che bello l’alberello.


Fotocomposizione multitasking: DoX saluta, l’alberello spoglio, fuori/dentro il negozio e molto di più!

Eggià. Per varie vicissitudini che non racconterò onde evitare di ammorbare le vostre menti, quest’anno ho avuto la stecca del dover preparare l’alberello natalizio in Mem.


Notate la chicca del Babbo Natale.

Di certo non ha preso molto tempo, una mezz’oretta buona e tutto sommato con i mezzi a disposizione è venuto pure benino. Più del tempo si è volatilizzato per sostituire le lampadine bruciate, possibile che ogni volta se ne fuma qualcuna? Eppure non vengono utilizzate per un anno… mah, non l’ho mai capito…


Ed ecco a lavoro ultimato, il manichino (senza nome) si sentirà meno solo?

Certo che non si potrebbe coprirlo con un telo e metterlo via già montato? Già vedo un business fiorente…
😀

2 commenti su “che bello l’alberello.”

  1. …si sentirà meno solo? ma se ti sta guardando malissimo! 😀

    p.s. cmq questo commento nasce dal fatto che ho sentito l’impulso irrefrenabile di dirti che c’è la punta storta….

  2. tutto l’albero è storto. fosse solo la punta… però nella corretta visuale a fronte in vetrina la punta è orgogliosamente dritta…
    😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Risolvi l\'operazione per lasciare un commento! (in numeri) * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.