Musica Generativa.

Categorie: Making Music
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 24 aprile 2010

Oggi voglio spendere un paio di righe su una frontiera musicale che non avevo mai inquadrato seriamente (diciamo che involontariamente ci picchiai la faccia con Electroplankton per NDS), ma per conoscenza personale fa sempre bene sapere come funziona. Una idea che si lascia sviluppare, crescere ed evolvere senza la possibilità di piegarla al nostro volere quanto lasciarci trasportare dal suo flusso. Il concetto di “musica automatica” è abbastanza interessante, siamo in ambito puramente sperimentale. Come funziona? Si applicano algoritmi matematici con dei parametri definiti per poi vedere cosa succede. La matematica produce musica. Tutto qui. Con ovvi requisiti come l’avere un minimo di regole per mantenere una coesione e ricorrenza nei temi del brano, altrimenti è caos totale. In tale campo si spazia praticamente ovunque, ad esempio gli schemi fisici della natura sono impiegati nella creazione di questo tipo di musica o modelli matematici come i frattali. Nel corso degli anni il connubio uomo-macchina ha trovato nel software un supporto immancabile. Non mi riferisco ai softsynth o i VST (concettualmente rispondono ai prerequisiti della musica generativa, basti pensare che di fatto si producono suoni partendo da codici e stringhe per creare tessiture ad esempio di un basso) ma piuttosto a programmi dedicati. Al momento il più famoso e pionieristico si chiama Noatikl, erede di un altro programma (Koan) ideato vent’anni fa a cui collaborò uno dei massimi esponenti del genere  ovvero Brian Eno. La diffusione di questo approccio artistico ha trovato sfogo e applicazioni ad esempio nella musica di sottofondo per le installazioni nei musei oppure terapeutico. Il minimalismo elettronico nella musica ambient e molto altro ancora. Se ciò vi ha un pochino incuriosito, a inizio post ho embeddato un video di QOOB.TV, dove uno dei primi autori di musica generativa fu niente meno che Mozart, mentre i più audaci si potranno cimentare nella lettura di questo articolo, completo ed esaustativo.

Seguimi con un click

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Risolvi l\'operazione per lasciare un commento! (in numeri) * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Benvenuto , oggi è mercoledì, 28 giugno 2017