recensione ocean’s 13 (thirteen)

Vola e diverte il terzo episodio di questa saga fimata Soderbergh & Co., squadra vincente non si cambia e modus operandi pure. Cast stellare, musica di qualità e ciò che abbiamo già visto in passato: il gruppo capitanato da Danny sempre spaccone e brillante, il colpo impossibile, il cattivone da battere, la bella di turno, dialoghi taglienti e tanta ironia. Ovviamente senza spargimenti di sangue e violenza gratuita ma classe, eleganza e sfacciataggine a volontà. Trama interessante e in grado di mantenere il ritmo sempre alto anche di fronte ad elementi di secondo piano che anzi ben si incastrano nel filone principale. La regia è come sempre al servizio del pubblico e dimostra ancora una volta l’incredibile versatilità di Soderbergh in grado di destreggiarsi tra cinema indipendente e il blockbuster hollywoodiano.

Il risultato finale è irresistibile e per la sua lineare semplicità arriva ad esser più gradevole del predecessore. Non aspettatevi grandi sorprese nel finale ma di sicuro queste due ore regalano una piacevole visione. Da vedere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Risolvi l\'operazione per lasciare un commento! (in numeri) * Tempo scaduto! Ricarica la pagina.