The next session…

Per il prossimo djset suoneremo con molta probabilità all’aperto. E’ stata apprezzata l’ultima volta la parte iniziale della playlist, per cui vedrò di spingere l’accelleratore verso questa costola dell’house, ovvero la deep. Non è un genere che sviscero molto eh. Poca elettricità nei suoni, avvolgente ma ipnotico ed evoluzione lunga, ad esempio qui l’abbiamo a 3 minuti. Alla gente mediamente questo sound piglia. Del resto serve per accompagnare ed incentivare le varie sbevuzzate dei clienti, non deve necessariamente piacere al sottoscritto… Dilemma. Meglio diffondere il verbo o accomodare il pubblico per aver maggior riscontro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Risolvi l\'operazione per lasciare un commento! (in numeri) * Tempo scaduto! Ricarica la pagina.